Abbinamento cibo vino

Written by

abbinamento-cibo-vino

È molto importante sapere abbinare il vino giusto a seconda del cibo.

Il vino infatti ha la peculiarità di valorizzare al meglio le caratteristiche di un determinato piatto, attenuandone gli aspetti troppo eccessivi e esaltandone nel contempo i pregi.

Esistono diverse tipologie di vini ognuna con caratteristiche precise, dovute al tipo di vite coltivata, alla lavorazione cha ha subito e a come è stato conservato.

Conoscere le componenti strutturali di ciascuno è fondamentale per poterli abbinare correttamente.

Regole generali per l’abbinamento:

In linea di massima è preferibile abbinare vini e cibi dalle caratteristiche opposte per equilibrare i sapori e rendere più piacevole la degustazione.

Per esempio se serviamo un piatto molto grasso dobbiamo cercare di alleggerire il sapore con un vino fresco, acido che grazie alla sua componente frizzantina contribuisce ad attenuare la pesantezza del sapore.

Se invece stiamo servendo un piatto dal sapore delicato è preferibile abbinargli un bianco secco e vivace.

Per accompagnare i dolci invece è consigliabile utilizzare un vino altrettanto dolce, poiché non essendo possibile contrastare la componente zuccherina è meglio assecondarla.

In linea generale se portiamo in tavola un piatto elaborato e complesso è bene scegliere un vino altrettanto prezioso e maturo, in modo che i due sapori si equilibrino senza che si sovrastino a vicenda.

Viceversa un piatto leggero non deve essere accompagnato da un vino invecchiato, con una componente aromatica eccessivamente sviluppata che soffocherebbe i sapori della pietanza.

Abbinamento cibo vino

Alcuni esempi:

Se dovete servire un antipasto di pesce accompagnatelo da un vino bianco leggermente frizzante, mentre per gli antipasti di carne è preferibile un rosato fresco.

Per quanto riguarda i primi, il modo migliore per valorizzare un risotto con i funghi è quello di accompagnarlo con un vino rosso leggero, mentre una pastasciutta al pomodoro o alle verdure sarà molto apprezzata con un vino bianco secco.

Per i secondi a base di pesce vale la regola di scegliere un vino bianco, che a seconda degli ingredienti può essere più o meno secco, aromatico o frizzantino.

Per quanto riguarda le carni, quelle bianche è meglio servirle con un bianco secco o un rosato, mentre per quelle scure, dal sapore forte e deciso, è più appropriato un vino rosso più o meno corposo a seconda dei casi.

Se la scelta del vino richiede particolare attenzione, ancora più importante è la modalità con cui viene servito e l’uso dei bicchieri per il vino più appropriati.

L’importanza degli accessori per il vino:

Il decanter è uno strumento indispensabile perché consente di gustare appieno un vino rosso maturo.

Infatti questi vini hanno la tendenza a produrre delle impurità dovute alla fermentazione che si depositano sul fondo della bottiglia.

Servire direttamente dalla bottiglia altererebbe la struttura complessiva del vino che si miscelerebbe con i sedimenti.

Il decanter consente invece di travasare il vino evitando questo problema e allo stesso tempo, data la sua forma allargata, favorisce l’ossigenazione e l’emergere delle componenti aromatiche.

Abbinamento cibo vino

Un vino bianco giovane che non ha bisogno di ossigenazione e non produce impurità è invece consigliabile servirlo direttamente in bottiglia.

Un altro fattore importante è la scelta del bicchiere giusto.

Come abbiamo detto in precedenza ogni vino ha delle caratteristiche proprie che per emergere hanno bisogno di particolari condizioni.

Un bicchiere lungo e stretto sarà per esempio adatto ad un vino bianco frizzante perché limita l’ossigenazione e favorisce l’emergere della componente zuccherina e dolce.

Un vino rosso maturo ha bisogno invece di un bicchiere capiente che consenta l’ossigenazione e lo sviluppo degli aromi complessi, e allo stesso tempo deve avere un’apertura allungata e dritta per convogliare il vino nella parte posteriore della lingua per percepire gli aromi.

Prevalentemente in vetro ed in cristallo, sono oggi molto apprezzati i bicchieri per il vino in argento.

Questo metallo ha infatti la caratteristica di valorizzare i cibi e le bevande, igienizzando e contribuendo in questo modo a far emergere le componenti distintive.

Una proprietà che lo rende particolarmente adatto per la degustazione dei vini favorendo la percezione dell’essenza più pura.