Il “Don Mario” si prepara per arrivare in Arabia Saudita, Giappone ed America

Written by

Niko Sinisgalli, ambasciatore della cultura enogastronomica della Basilicata e Matera 2019, ha presentato il suo “Don Mario” all’interno della cornice di Campagna Amica di Coldiretti, a Matera.

Il “Don Mario” è un piatto di pasta fresca accompagnata da un sugo semplice e speciale al pomodoro dalla ricetta segreta, preparato con ingredienti della filiera di “Io sono lucano”, il marchio di Coldiretti Basilicata, gestito dalla cooperativa “La nuova aurora”.

«Sono emozionato per l’accoglienza e per il sostegno che ho ricevuto dalla Coldiretti e da “Io sono lucano”. La riuscita dell’evento e la gioia che ho riscontrato nelle aziende che producono la mia salsa, insieme con l’entusiasmo degli ospiti che oggi al mercato hanno apprezzato il piatto “Don Mario” sono la conferma che insieme si può molto e soprattutto che la tradizione sarà sempre la nostra forza. Il futuro – ha aggiunto lo chef – è di chi ha un grande passato».

Grazie all’intesa far lo chef e la cooperativa “La nuova Aurora” i prodotti a marchio “Io sono lucano” andranno a comporre il kit che consentirà ai ristoratori di Arabia Saudita, Giappone ed America, di portare sulle proprie tavole il “Don Mario”. Basterà cuocere la pasta, aggiungere gli ingredienti e degustarla. La salsa è già pronta e tutto il pacco è realizzato con i prodotti degli agricoltori di Campagna Amica.

In un momento in cui l’Horeca sta sperimentando nuovi fenomeni come il food delivery e l’asporto, lo Chef Sinisgalli e Maria Rosito, manager nel settore agroalimentare approfittano di questo momento di confinamento per far crescere i rapporti con l’estero che li lega alla vendita del loro prodotto d’eccellenza: il Don Mario. Un piatto degustato da vip di tutto il mondo come Dalai Lama, Liam Neeson, Richard Gere, Gerard DePardieu, Sofia Loren e molti altri.

«Il punto di forza di questa golosità è che la salsa insieme con gli altri ingredienti – aggiunge Coldiretti Basilicata – vengono prodotti totalmente con materie prime di qualità ed una fondamentale attenzione all’ambiente. Per le materie prime, infatti, non vengono utilizzati pesticidi e la confezione è totalmente plastic free. Un piatto portavoce del verbo green».

Una linea pensata appositamente per i professionisti della ristorazione e della gastronomia per offrire loro la massima qualità che si possa trovare nel mercato.

«La riconversione è stata sempre la chiave di volta per non interrompere il ciclo industriale nella storia dell’economia mondiale – aggiunge Maria Rosito – ed io rimanere a guardare, anche no, come si suol dire in questo momento storico».