Meeting o cerimonia, tutti gli ingredienti per organizzare un banchetto coi fiocchi

Written by

banchetto niko sinisgalli

C’è quello unico delle nozze, quello divertente per il compleanno e quello formale per il meeting di lavoro. Di cosa parliamo? Di sua maestà il Banchetto, quel momento di convivialità sempre tanto atteso che mescola atmosfera, cibo e divertimento.

Organizzarlo non è sempre facile: la qualità del ricevimento e l’attenzione per i dettagli sono elementi fondamentali per la sua buona uscita. Sembrerà scontato ma soddisfare i gusti tutti i commensali anticipando eventuali necessità, non è affatto una passeggiata

Ecco dunque qualche consiglio su come rendere davvero indimenticabile il tuo banchetto.

La location

La location gioca un ruolo fondamentale per la buona riuscita del tuo evento.
Come individuare quella perfetta?

Innanzitutto cerca di avere in anticipo una stima di massima del numero di partecipanti. Con questo dato sarà più semplice valutare gli spazi necessari ed eviterai così di scegliere una location magari stupenda, ma non sufficiente a raccogliere tutti gli invitati.

A nessuno piacciono gli eventi affollatissimi e troppo confusionari, perciò assicurati che ci sia abbastanza spazio per muoversi, ballare, accedere al buffet o ai tavoli.

Se la stagione e il tempo lo consentono prediligi gli spazi all’aperto, purché garantiscano un minimo di privacy e non siano accessibili a persone esterne.

Ricorda che il tuo obiettivo è far sentire a proprio agio ogni singolo invitato, e far godere appieno dell’atmosfera di festa, convivialità e divertimento.

Il menù

Protagonista indiscusso di ogni banchetto, il cibo è anche uno degli elementi più delicati da stabilire per mettere tutti d’accordo.

Infatti se in passato il successo di un banchetto si misurava in termini di quantità di cibo di ogni portata, oggi le persone ricercano prima di tutto la qualità in ciò che assaggiano, e sono sempre più attente alla genuinità degli ingredienti.

Perciò su qualunque opzione ricadrà la tua scelta, ricordati di prediligere sempre cibo e vino di qualità, con un menù di stagione e adatto all’orario del pasto.
Un’accortezza ulteriore: prevedi anche le necessità delle persone allergiche o intolleranti e includi alcune opzioni vegetariane o senza glutine.

Mise en place o buffet? Chiaramente dipende dalla tipologia di evento.

Con il mise en place ogni invitato è assegnato ad un posto a sedere prestabilito, come accade ai pranzi di nozze. Questo consente maggior agio e tranquillità, specie se il pasto prevede numerose portate.

La tipologia a buffet invece è l’ideale per i festeggiamenti meno impegnativi: gli ospiti infatti sono liberi di muoversi da tavolo a tavolo, in un’atmosfera conviviale e sicuramente più informale.

L’atmosfera

E a proposito di atmosfera, ecco come puoi rendere davvero unico ed originale il tuo banchetto con pochi semplici accorgimenti.

Fiori, candele, lanterne, fiocchi… le soluzioni sono così tante che non hai che l’imbarazzo della scelta. L’importante è cercare quella più adeguata allo stile della festa senza esagerare, il rischio di cadere nel pacchiano è sempre dietro l’angolo!

I fiori restano sempre l’addobbo di maggior effetto: utilizzali come più ti piace, recisi in eleganti vasi oppure in coloratissime composizioni o perché no, se l’occasione è adatta, distribuisci qualche petalo sui tavoli.

Se si tratta di un meeting di lavoro infine, è sempre indicato riprendere i colori aziendali negli addobbi.

Vuoi dare un tocco di eleganza al banchetto del tuo matrimonio, meeting o convegno? Allora ti aspetto al Ristorante Tazio di Roma, dove ti accompagnerò in un gustoso viaggio alla scoperta della creatività della cucina italiana e insieme trasformeremo i tuoi eventi in un’esperienza culinaria unica e coinvolgente.