Stracotto di cinghiale con fave di Tonka e albicocche candite

Ingredienti

• 1 kg di coscio di cinghiale
• 1 l di vino rosso
• q.b. fave di cacao di Tonka
• q.b. bacche di ginepro
• q.b. erbe aromatiche
• 200 ml di olio extravergine di oliva
• 50 gr di sedano
• 100 gr di cipolla
• 100 gr di carote
• 1 l di brodo
• 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
• 400 gr di patate
• 8 pezzi di albicocche candite
• 80 gr di cioccolato 85%
• 200 gr di verdure
• q.b. sale Maldon

ricetta-stracotto-di-cinghiale

Procedimento

Tagliare a piccoli bocconcini il coscio di cinghiale e mettere in una bacinella. Coprire con del vino rosso e aromatizzare con bacche di ginepro, fave di cacao ed erbe aromatiche e far macerare per almeno 12 ore. Far appassire nell’olio la cipolla, la carota e il sedano tritati con una foglia di alloro. Scolare bene il cinghiale e soffriggerlo in una casseruola, aggiungere le verdure appassite precedentemente, delle patate a pezzetti, il concentrato di pomodoro e allungare con del brodo, quindi far cuocere per circa due ore, fino a quando il cinghiale non sia “stracotto”.

Finitura del piatto

Coppare lo stracotto al centro del piatto. Attorno metterci le verdure. Sopra il cinghiale posare le albicocche candite e i ventagli di cioccolato. Decorare con erbe e servire.

Consigli utili

Se il cinghiale stracotto è troppo forte come sapore, sistemarlo con della scorza di limone e del miele: la dolcezza del miele e l’aroma del limone sicuramente riequilibreranno il gusto.