Una nuova esperienza culinaria al Ristorante Tazio

Written by

Sono passati pochi mesi da quando il Ristorante Tazio ha iniziato a condurre una nuova esperienza culinaria.

Un progetto che porta i nostri ospiti a vivere emozioni gastronomiche che ricordano profumi e sensazioni della nostra magica spensieratezza d’infanzia.

Una nuova attenzione è nata, la cura nei dettagli, un gourmet che non lascia nulla al caso e che ha come obiettivo quello di entrare nelle migliori guide gastronomiche internazionali.

Ci permettiamo di parlarvi un po’ dello chef. Eclettico, innovativo, sorprendente.

Lo chef Niko Sinisgalli unisce nella sua cucina il sapore del futuro al gusto del passato. Un mix di innovazione e tradizione. Attenzione ai particolari, cura dei dettagli, un continuo studio per creare nuovi piatti e stupire i palati più ambiziosi.

Una storia, quella dell’executive chef di Palazzo Naiadi e del Ristorante Tazio che parte da lontano: dalle prime ricette create nell’osteria di famiglia alle creazioni degne di un artista. Già, perché chef Sinisgalli è un vero artista: immagina, disegna, crea, modifica e rinnova sempre con un solo obiettivo: prendersi cura di te!

Un lavoro gastronomico e di ricerca. L’equilibrio tra tecniche di alta scuola e metodi di cottura tradizionali.

La magia di Niko è anche questa: far ripercorrere, raccontare con la mente e con gli occhi quello che si sta assaporando.

Ecco allora che un piatto semplice come la Pasta Don Mario – inimitabile con la sua salsa ai pomodorini canditi all’aglio rosso, crema di peperoncino e pecorino di Moliterno – incontra le onde del mare nel risotto carnaroli mantecato con porri, gamberi viola affumicati e lime o nei riccioli di calamari gratinati con taralli al finocchietto e timballo di patate al cuore e sale di sedano.

E poi i dolci, veri e propri cavalli di battaglia: sculture di zuccheri, cacao, creme e frolle.

I piatti parlano, raccontano storie, fanno vivere emozioni.